News

HYPER TRANSFER: Croce: “Bella idea quella di un treno ultraveloce, peccato che, almeno per ora, non passerà da Verona”

17/03/2022

Verona, 17 marzo 2022. Ieri a margine degli appuntamenti di LetExpo, la nuova manifestazione del Trasporto e dello Logistica in programma in questi giorni a Veronafiere, il presidente del Veneto Zaia ha firmato, con Ministero e Cav Concessioni autostradali, un protocollo per un nuovo sistema di trasporto ultraveloce che vedrà proprio la nostra Regione capofila di questa sfida tecnologica.
“Un nuovissimo treno ad assenza di attrito e di resistenza aerodinamica, bassissimo consumo di energia ed elevata capacità di trasporto. Tutto molto interessante, peccato che, almeno per ora, questo super treno non passerà da Verona”, commenta amaramente Michele Croce, leader di Prima Verona e candidato sindaco, facendo eco alle parole di Flavio Tosi.
La nostra città resta sempre più marginale, il treno ultraveloce percorrerà infatti la Venezia-Padova, lasciando fuori verona, che è stata solo una bella vetrina per un accordo che l’ha lasciata ancora una volta fuori dai tavoli di lavoro che contano”.
“Sembra di essere in un loop, a Verona continua a succedere quanto accaduto con gli aeroporti: Venezia e Treviso hanno ricevuto finanziamenti pubblici, mentre il Catullo ha dovuto ricapitalizzare e Sboarina è rimasto zitto a guardare”, sottolinea Croce.
“Verona con l’attuale sindaco è sempre più marginale, ormai è la Cenerentola delle grandi città del Nord e viene superata anche dalle province che le stanno vicino, che sono state in grando di rendersi più competitive e quindi attrattive per nuovi investimenti – conclude Croce -. Basta con questo immobilismo”.
Ufficio Stampa Prima Verona